domenica 12 dicembre 2010

I PASTI

i bambini qui si svegliano verso le sei e mezzo (il lunedì alle sei, alle sette bisogna essere in chiesa), e cominciano a spazzare il cortile e le stanze. i più grandi lavano i più piccoli, con l'acqua del pozzo. ma vi voglio parlare di quello che mangiano. fanno merenda alle dieci (per la colazione non c'è tempo) e prendono a random:
farina di manioca con pesce
farina con acqua e zucchero (tutto bollito)
una specie di latte in polvere con un panino

a mezzogiorno escono da scuola, ma il pranzo non è pronto, infatti per cucinare usiamo il fuoco (insomma, intendo quello con la legna tipo caminetto di montagna). molto spesso c'è la pate beninoise: io avevo promesso che avrei mangiato tutto, quando l'ho assaggiata mi sono davvero sentita male. è cattiva, senza mezzi termini. neanche ai bambini piace, ma costa poco. altre volte c'è il riso, con il sugo di pomodoro e carne (un pezzettino di carne a testa, ma è una cosa onesta, visto che la mangiano ad ogni pasto). altre volte c'è la zuppa di fagioli. la preparazione è lunghissima, con due pietre si frantumano i fagioli, si mettono in una bacinella ed una volontaria coatta inizia a mescolare. poi il tutto viene bollito, e si serve con la farina di manioca. i bimbi, con le mani, fanno degli gnocchetti (sono abilissimi). capita che ci sia la pate rouge, una pasta piccante davvero buona. molto spesso c'è igname, una grande patata. si fa in moltissimi modi, e a loro piace. ma la gioia più grande sono i maccheroni: in effetti sono dei fusilli, ma il termine è generico. oggi li ho serviti con dei pezzi di carne, ma mi hanno ripresa perchè ne davo troppa: un pezzetto a ciascuno. e, a malincuore, dovevo rimettere nella pentola la carne di troppo.

verso le cinque fanno merenda: il caso assolutamente eccezionale sono i biscotti, per i quali si ammazzerebbero. ieri maman (la cuoca, Azoumi) ha fatto dei dolcetti con farina e zucchero, sembrava natale! altre volte ancora c'è una sostanza acquosa a me sconosciuta (farò indagini)...

la cena si serve verso le nove e mezzo, ed è diversa dal pranzo...
non c'è molta frutta, la verdura è praticamente assente.

p. s. non chiedetemi delle condizioni igieniche!!!

4 commenti:

  1. Cara ciccia, letto tutto, penso che non riuscirei a mangiare niente, tieni duro; stiamo preparando il pacco, penso che verrà molto bello, abbiamo anche qualche scarpina nuova di pacca, ancora un pò di pazienza; domani sera a BZ da Liga, ti farò sapere; ti siamo vicini con il pensiero, brava, un grosso abbraccio da m e p

    RispondiElimina
  2. Tesoro...
    forza e coraggio..tanto tu ne hai da vendere...
    qui c'è sempre qualcuno che pensa a te, sono sicura che tu stia facendo del tuo meglio ma riesco solo ad immaginare quanto possa essere difficile...
    qui è sempre tutto uguale..martina si è laureata...ora andrà via anche lei..:(..io scendo a casa il 16 e tornerò a gennaio come sempre..qui fa tanto freddo ma almeno ha smesso di piovere...
    un bacio tesoro...

    RispondiElimina
  3. papà: buon divertimento col liga!!! grazie mille. sul pacco NON mettete il mio nome!

    ryro: tesoro, so che mi pensate, grazie mille, mi fa sempre piacere leggere i vostri commenti. già che non piova, a pisa, è una novità! spero che i tuoi studi procedano bene. salutami andrea, gli altri del gruppo, i tuoi... ed avvisa il salento che quest'estate sarò dei vostri!!! :D

    RispondiElimina
  4. cara ciccia, ieri ho scritto 2 X un lungo commento, la prima volta è sparito, la seconda è stato pubblicato ma oggi è scomparso, a meno che non sia in un sito + vecchio, ma non riesco a trovarlo. comunque: ierei Liga, molto bello, eravamo m de io di gran lunga i meno giovani, pazienza. Pacco quasi pronto, parte entro fine settimana, penso molto bello, purtroppo niente pila nè telefono perchè il corriere non ha dato nessuna possibilità che possano arrivare; il resto c'è tutto. pila e lelefono li mandiamo 1/2 il primo emissario utile di Alpidio. Gran freddo, un grosso abbraccio da m e p

    RispondiElimina