sabato 15 gennaio 2011

ARRIVEDERCI!

Prima o poi doveva succedere, lo sapevo. e oggi, a quanto pare, è successo. ''fà i bagagli, alle dieci veniamo a prenderti''. devo ubbidire. quindi, torno in stanza, le suore mi guardano in silenzio. tempo di tornare da loro, che hanno già radunato tutti i bambini. alcuni mi guardano, rimproverandomi con lo sguardo. come, parti e non hai detto nulla? pierre, cinque anni, che qui tutti chiamano mio marito, ha due grandi lacrime, che usciranno solamente al momento delle canzoni. le suore invitano a cantare, i bambini, poco convinti, eseguono. battono le mani, e non mi guardano negli occhi. anche il piccolo martin, di solito così gioioso, che arriccia il naso quando ride, guarda verso il basso. il solo a non perdere la speranza è moise: ''non è un addio, è un arrivederci!'' già, perchè ho promesso di passare per una piccola festa domenica, 30 gennaio. non sarebbe stato giusto lasciarli così. e per dimostrare che è vero, ho lasciato la mia chiave usb alla suora opportune. così siete sicure del mio ritorno! e loro sorridono, dispiaciute. ''ti vogliamo con lo spirito cotonou, eh!'' è così che noi chiamiamo lo spirito da festa. e poi parto, senza dire nulla più che ''ci vediamo tra due settimane...'' perchè avrei dovuto parlare con ognuno di loro, e non c'era tempo. purtroppo.
il vescovo mi attende, mi ha regalato una statua a forma di africa ''perchè tu hai l'africa nel cuore''. e le suore della diocesi, che mi hanno fatto due bellissimi regali, in una lettera mi scrivono che vogliono rivedermi per prepararmi gli spaghetti. e chiedono se verrò a festeggiare il mio compleanno qui, ''perchè in aprile ci sono i manghi!''
no, non potrebbe essere un addio!

1 commento:

  1. Ciao Bea, non sapevamo della partenza imminente, per questo ieri ti abbiamo chiamato; cerca di scrivere in maniera - commovente, questa mattina tua m ha mezzo allagato l' aqmbulatorio, roba da asciugamani, non da fazzoletto. Se riesci, organizza tranquillamente un soggiorno qui per Leopold, unica condizione che tu sia presente, altrimenti avremmo grosse difficoltà di comunicazione; se ha paura a viaggiare solo, possono venire in 2. Juve ha giocato in maniera inguardabile, uniche perle la punizione-gol di Ale ed il gol di Aquilani; al centro dell' attacco: Giannetti, senese di 18 anni, avrà toccato 2 palle. La roma ha vinto, il palermo ha perso a cagliari, stasera gioca il Milan: speriamo in una sana legnata. Questa mattina abbiamo pulito il giardino, sarebbe stato utilissimo Leopold; adesso sono venuto giu' un paio di ore a fare un pò di arretrati. Ieri con Rocco tutto ok, è molto maneggevole e mite. Stasera cena cumulativa con rosa, christian e figli. Ci sentiamo + tardi, spero ti trovi bene anche nella nuova sede; i bambini ti mancheranno di sicuro, fai bene a tornare a salutarli. Ziao, un abbraccio da m e p

    RispondiElimina