martedì 15 febbraio 2011

COME CI DIVERTIAMO...

certo che ci conosciamo da poco, è vero, ma bassirou, fabrizio ed io formiamo una squadra formidabile. nelle occasioni serie, quelle importanti, sembriamo serissimi ed affidabili, tra di noi diventiamo dei bambini. come oggi a mezzogiorno, quando ci siamo seduti sotto un mango per pranzare. e bassirou ha portato dei fiori di nerè. io ho tolto il petalo, e ciò che rimane è una vera e propria arma, una specie di pomo durissimo. e ci siamo messi a fare la lotta (segno visibile, un livido sulla testa). e dopo io, stanchissima, mi sdraio sulla coperta, e sento degli animaletti... tanti, tantissimi. cerco di scacciarli con la mano, e mi accorgo che sono i miei due amici che con un ramo secco mi infastidiscono. dai ragazzi, sono stanca, lasciatemi in pace! e loro se la ridono alla grande, battendosi delle pacche sulle spalle come vecchi compagni di scuola.
al momento di partire, fabrizio sale sul lato guidatore, e io grido: "no no, se guida lui, io resto qui". e scendo dalla macchina. allora bassirou mi rincorre e mi dice "pardon, resta!" e fabrizio gli urla "macchè pardon, ci siamo liberati di lei, monta"! e bassirou si mette le mani nei capelli, mi placca e mi rimette in macchina.
certo niente supera quando ieri, al parco, fabrizio mi ha letteralmente lavata con una bottiglia d'acqua (ma la mia vendetta sarà atroce), e io sono rimasta fradicia per ore ed ore. e poi la sera, sempre al parco, ero così stanca che mi veniva da ridere per tutti, e ho detto a bassirou "quando sono stanca, parlo tanto", e lui mi ha risposto "allora stanotte vdei di dormire tanto, eh". e quando, finalmente, ho detto "vado a letto", ui è scoppiato a ridere e ha risposto "grazie a dio, vieni, ti accompagno in stanza", e ha preso la mia chiave.
LOL!

1 commento:

  1. ciao ciccia, letti i due blog nuovi, capisco le suore di clausura; penso mi adatterei velocemente in un ambiente del genere, senza che nessuno ti rompa; una volta sono andato a visitare un convento di padri certosini (in disuso), stanze spartanissime, dormivano nella bara (per un certo periodo) ed a fine serata il padre superiore bussava alla porta e diceva: "memento mori", proprio una buona notte. Oggi ho fatto lavare la macchina per venirti a prendere: al ritorno dal lavaggio, dopo 2 mesi di secca, ha iniziato a piovigginare, pazienza. Parenti ed affini tutti in buono stato. Come forse saprai, la rivolta giovanile, dopo tunisia ed egitto, sta interessando l'iran: penso sia un momento storico fondamentale, i dittatori stanno sparendo. Sperem. Tra una settimana sarai a casa, il primo mese di assenza è sembrato lunghissimo, gli altri due sono volati. Il nostro forno ha esalato l' ultimo respiro, m ha già allertato Margit per un uso occasionale X il tuo ritorno. Ti auguro una buona serata, saluti ai tuoi aguzzini, un abbraccio da m e p, ziao

    RispondiElimina