giovedì 3 febbraio 2011

PUZZLE- TIME

sono ora nell'ospedale di suor nadia. anche se non so niente di medicina, ho deciso di venire qui per giocare un pochino con i bimbi. si tratta, infatti, di un ospedale pediatrico.
in questo momento non c'é molta affluenza, perché la suora é molto stanca e deve riposare. quindi stanno chiudendo e mandando a casa piano piano tutti.
quando sono arrivata, mi sono seduta con i bambini e ho cominciato a distribuire bamboline e macchine, poi ho dato ad ognuno un cappellino; alcuni erano un po' intimiditi, sono molto piccoli!
ma già oggi quando sono arrivata con i puzzle qualcuno mi stava aspettando. e abbiamo fatto aladino. vabbé... ha rischiato di avere il braccio del genio al posto della gamba, ma é normale no? ad un certo punto, il più vispo si é stufato del gioco inutile, ha messo tutti i pezzi nella scatola e ha cominciato a buttarli per terra; uno ad uno. e poi ezechiel, guardandomi col fqccino assolutamente colpevole, ha fatto la pipi' sulla coperta. e s'é messo a ridere. clarissa, che ha dieci anni, é riuscita a comporre le parole francesi col domino. poi mi ha chiesto come si dice nuvola. eh, non lo so... ma era contenta lo stesso. e quando é andata acasa, zoppicava già un po' meno!

Nessun commento:

Posta un commento